L’ORTO DIDATTICO DI VIA OGLIO SE NE VA

 

Cari amiche e amici di pianoTERRA, dopo quattro anni di attività con bambini, ragazzi, genitori, volontari l’esperimento di trasformare un prato verde di una scuola per adulti, in una mini oasi di biodiversità, è terminato.
Non voglio dilungarmi sulle attività svolte in questi anni, che non possono più essere portate avanti(i giorni dedicati ai piccoli, i percorsi di prevenzione del disagio giovanile, le feste nelle quattro stagioni, i laboratori di riuso artistico, i seminari di Permacultura…. ) perchè la lista delle attività, degli utenti e dei simpatizzanti di questo luogo è molto lunga.
Mi preme di più ricordare che in questo tempo l’esperimento di far convivere uomo e natura era riuscito perfettamente.
Il tunnel di salici che ormai era rigogliosissimo, l’orto sinergico che riusciva ad automantenersi e riprodursi autonomamente, le aromatiche, i fiori e i piccoli frutti, presenti un po ovunque, l’inizio del frutteto….tutto ormai si riproduceva spontaneamente, come la gioia dei bambini che frequentavano lo spazio.
E poi le sculture realizzate nei laboratori di terra cruda…..
Questo sarebbe stato l’anno della serra e del frutteto, per la salvaguardia delle varietà rare o antiche, e di tanti altri progetti con le scuole, con altre Associazioni e Cooperative.
Il nostro sogno è che diventasse un punto di riferimento per un numero sempre più ampio di persone e utenti.
Ora la scuola ( che negli ultimi anni era diventato un efficientissimo centro per adulti) è tornata ad ospitare i bambini della Primaria di Via Puglie, che è stata dichiarata inagibile causa amianto.
Malgrado la scuola negli anni scorsi abbia partecipato alle attività proposte nell’Orto Didattico di Quartiere, è stato deciso che l’orto sinergico ( un mandala che rappresenta il segno zodiacale del cancro a cui Milano appartiene) deve essere “convertito” a prato per far giocare a calcio i bambini….
Non è certo nostro compito giudicare le scelte, ci limitiamo a constatare che uno spazio che era diventato per molti bambini e cittadini del quartiere un punto di riferimento, ora non c’è più, sarà “piallato” con le ruspe….
Abbiamo impiegato in questi anni tantissima energia, lottando spesso contro i mulini a vento, e ora ci troviamo a constatare che questo progetto, che si è sempre sorretto da solo, con la buona volontà di alcune persone e l’aiuto di molte, non ci sarà più.
Crediamo invece che questi progetti, anche se piccoli, dovrebbero essere quanto meno tutelati e diffusi, ma al momento nessuno ci ha proposto nulla…. e ricominciare tutto da zero, ci sembra poco auspicabile…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...